Archivio

Archivio Ottobre 2005

amarte es total

30 Ottobre 2005 5 commenti

non so perchè ma questa frase è così facile da scrivere ma così irraggiungibile nella realtà, il titolo della canzone di eros mi fa pensare a questo mattino un pò uggioso e nuvolo in cui mi vien da pensare al potere che ha l’amore,amarti è tutto per me , ma ora non so, debbo dire “era tutto ?” non lo so …credo che forse ho sbagliato sempre io nella nostra storia il mio è un amore morboso possessivo,
tu hai sempre voluto che io cambiassi fisicamente ed io ti accusavo per questo,
ma io ho fatto una cosa ben peggiore ho sempre desiderato che cambiassi nel modo di manifestare i tuoi sentimenti come se ti volessi snaturare, snaturare te stesso , e credo che questo desiderio viva ancora adesso dentro di me e mi vien voglia di urlare, per liberarmene, la testa vola i pensieri si affollano ed è difficile mantenere il controllo della rotta e della direzione dellanave su cui veleggio da tantissimi anni…
durerà il nostro amore,il nostro rapporto?
facendomi questa domanda gia’mostro ai miei occhi le nostre fragilità,le nostre debolezze….
scusami
ti debbo chiedere scusa perchè sono cambiata da quando ti innamorasti di me
ma….non ho potuto fare altrimenti
ora
posso solo lottare per salvare il nostro sentimento…
ciao amore
mio….

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

a portrait of a lady

29 Ottobre 2005 7 commenti

da “HENRY JAMES”
Ritratto di Signora

“Il momento più bello del bacio secondo me è quando vedi il suo viso che si avvicina al tuo e capisci che stai per essere baciata,
quell’attimo, quell’attimo prima è una cosa stupenda,
non so cosa si provi ad essere baciate da una persona della mia età,
è una sensazione che non conosco,
io adoro baciare, è come una droga,
ci si lega, si dipende l’uno dall’altra,
non c’è possibilità di chiederti se quello che stai facendo è bene o male,
lo sguardo ti diventa languido ed è come se dicesse ” questo è solo l’inizio, vedrai quello che verrà dopo vedrai”
(qualcosa del genere insomma),
Sento che lui mi troverà,
è destino!
in un modo o nell’altro ci incontreremo,
sapete,
è come guardarsi in uno specchio,lospecchio perfetto, lo specchio più fedele!
quando ami una persona diventa come uno specchio che ti fa vedere come
veramente sei.”
(…..)
“vorrei farla diventare ricca!
io definisco ricco chi può soddisfare gli impulsi della propria immaginazione, per farne quello che vuole?
………
sì, …..assolutamente sì!”

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

emozioni e visioni oniriche

29 Ottobre 2005 2 commenti

Questa notte è cambiato qualcosa, invece di un incubo ho fatto uno strano sogno:
” ero in una piazza semi circolare bellissima ed io mi sentivo bene e mi vedevo bella mi piaceva come ero vestita e mi sentivo bella, ad un tratto mi accorgo che c’è un ragazzo alto molto bello per me che mi osserva ed io lo osservo rapita, allora inizio a passeggiare intorno al giardino curatissimo e ricco di fiori (io adoro i fiori) di questa piazza, ho un vestito sapete quelli di seta a fiori con la cinta in vita con la gonna svolazzante e un cappello a larghe falde in mano, mi sento felice e spensierata, ma con nello stomaco un senso di attesa per qualcosa che dovra’ succedere,
con la coda dell’occhio lo osservo è veramente intrigante con profondi occhi nocciola dei capelli lisci stupendi e un mento pronunciato,
mentre cammino gioiosamente (e non mi sento male per l’ansia) lui prende la bicicletta, fa il giro della piazza e si ferma accanto a me, mi chiede “scusami, ti posso domandare una cosa, questa giacca mi sta bene, perchè la vorrei buttare e sono indeciso…e così ci mettiamo a parlare “….
iniziamo a camminare e appoggiandoci accanto ad un muro semi abbracciati lui mi dice “lo so, adesso vorresti essere baciata ma io non posso perchè non ho mai baciato nessuno” e……… stranamente sono io che prendo l’iniziativa semplicemente abbracciandolo e dicendogli “non importa mi basta cosi’ starti vicino ed aspirare l’odore della tua pelle”,
allora mi dice ” sai io esco raramente e di solito la sera mi rimpinzo davanti alla tv e mi diverto con il mio cane ” ed io gli rispondo “ma è fantastico ! anche a me non piace molto uscire, se vuoi possiamo fare così” e lo guardo estasiata e felice,
il vento ci scompiglia i capelli e io sento l’intreccio caldo delle nostre mani e c’è uno sguardo di intesa così forte…..
ci guardiamo negli occhi e questo ci basta….
niente altro, guardarsi negli occhi con le mani ancora intrecciate…………….”

????????????????????????????????????????????????????????????????

Questa notte ho ricordato lui,
era avvolto in una nebbia densa inconsistente e veniva da basso ,
.. non mi sembrava vero poterlo incontrare in quella strada irta e scabrosa,
..sapete in quella zona ci sono delle antiche costruzioni e delle grosse palle di ferro ammonticchiate sulla montagna come grappoli di uva, si dice siano monumenti storici,
ebbene su quel monte lo incontrai poco prima della vigilia di natale,
era molto freddo e stavo correndo in discesa verso la fermata dell?autobus quando lo vedo e mi sembra una visione che si avvicina,
mi saluta ed io imbarazzata rispondo al saluto,
mi dice che gli sono mancata che è tanto che non ci sentivamo,
è con un amico uno che non conosco e che ci evita camminando avanti e lasciandoci un goccio di intimità
lui mi fa gli auguri di buone feste dato che le passeremo lontane e poi si avvicina e a sorpresa mi da un bacio sulla guancia
a me ancora brucia quella guancia,
chissà come il tempo non riesce a cancellare il calore dei ricordi,
solo io e lui abbiamo condiviso questo momento speciale, nessun altro?..
e mai questo momento si cancellerà dai nostri cuori, ne sono certa, era un giorno di dicembre prima di natale??..

10 settembre 1965

28 Ottobre 2005 1 commento

da “Robert james Waller”

“Cara Francesca, accludo due fotografie.Una è l’istantanea che ti ho scattato nel pascolo al tramonto.Spero che ti piaccia quanto piace a me.
L’altra è del Roseman Bridge, presa prima che staccassi il biglietto che tu avevi affisso.(..)Guardo in un obiettivo e in fondo ci sei tu.Comincio a lavorare ad un articolo ed ecco che sto scrivendo di te.Non so bene neppure come ho fatto dall’Iowa ad arrivare fin qui. In qualche modo il vecchio furgone mi ha riportato a casa, ma del viaggio fatto non ricordo praticamente nulla.TUtto è pieno di te.
Mi è chiaro gia da molto tempo che mi stavo avvicinando a te e tu a me. Sebbene prima del nostro incontro nessuno dei due sapesse dell’esistenza dell’altro, al di la’ della nostra inconsapevolezza operava con allegra noncuranza una sorta di cieca sicurezza che ha fatto sì che ci trovassimo.
Come due uccelli solitari che in ottemperanza a un calcolo celeste sorvolano le praterie sterminate, per tutti questi anni e per tutta la nostra vita passata non abbiamo fatto che avvicinarci l’uno all’altra.
La strada è uno strano posto.Vagabondando qua e là ecco che un giorno alzo gli occhi e ci sei tu che cammini tra l’erba verso di me..A un esame retrospettivo sembra tutto così inevitabile…non sarebbe potuto essere diversamente…un tipico esempio di quella che io definisco l’elevata probabilita’ dell’improbabile.
Così eccomi qui, con un’altra persona dentro di me.Anche se credo di essermi espresso meglio il giorno in cui ci separammo, quando dissi che noi due insieme abbiamo dato vita a una terza persona.E ora questa nuova entità mi accompagna con incrollabile ostinazione.

In un modo o nell’altro dobbiamo rivederci.In qualunque luogo, in qualunque momento.

Chiamami, se dovessi avere bisogno di me, o semplicemente se avessi voglia di vedermi. Arriverò subito. Sarebbe bello se tu potessi venire qui, un giorno o l’altro….di nuovo, in qualunque momento.Posso pensare io al biglietto aereo, se questo dovesse essere un problema. La settimana prossima parto per l’India sudorientale, ma sarò di ritorno alla fine di ottobre.
Ti amo.
Robert

Categorie:Argomenti vari Tag:

non capisco

28 Ottobre 2005 1 commento

se riuscirò ad essere veramente me stessa qui,
allora mi dico iris perchè non hai un block notes e non le hai scritte lì le tue emozioni perchè metterle in rete?
non lo so,comunque
per la prima volta dopo tanto tempo ieri mi sono sentita bella,
a me il mio corpo non è mai piaciuto mai, è per questo che sono sempre stata male fin dalla più tenera età poi dopo tanto alcune parole dette credo sinceramente mi hanno fatto riprovare quella strana sensazione,
mi dico anche che il groviglio di emozioni che provo dentro è veramente difficile da sciogliere perchè in fondo questa è una piccolezza in confronto a tante cose importanti della vita la bellezza non è tutto c’è la dignità, c’è il cordoglio per le persone carissime di lassù che ci proteggono come angeli custodi, la voglia di essere produttive e di fare il proprio dovere, il bisogno di dare e ricevere amore inqualunque forma ,
al proprio bimbo al proprio animaletto di casa al proprio compagno di vita
ma…
sentire le parole di ammirazione dopo tanto tempo
sì debbo ammettere che mi ha fatto piacere mi ha fatto capire discretamente che non mi debbo lasciar andare nel corpo,
mi piace tanto far crescerela mente ma anche il corpo ha la propria
importanza e debbo dire che ultimamente mi ero lasciata andare parecchio,
bè forse non c’è età per riscoprire il piacere di guardarsi allo specchio
o di sentire un apprezzamento..

Categorie:Argomenti vari Tag:

la mia prima volta

28 Ottobre 2005 8 commenti

è la prima volta che scrivo in un blog chissa’ forse riuscirò ad esternare le emozioni che ho dentro e che a volta implodono dentro me senza che io ne abbia la forza per farle uscire, il mio fiore preferito dara il nome a questo diario di una personcina che vuole pian piano acquisire maturita della propria coscienza emotiva.. forza iris… non aver paura di scrivere i tuoi sentimenti catturali scrivendoli a volte le parole aiutano per scaricare quello che si ha dentro dai! ciao a tutti coloro che mi leggeranno…

Categorie:Argomenti vari Tag: ,