Archivio

Archivio Febbraio 2006

scrivere.

15 Febbraio 2006 26 commenti


recitare è tanto faticoso come scrivere……………

ecco la vera causa della sofferenza di stella, stella recita per vivere , per non mostrare la sua grande voglia di piangere, per non mostrare il suo senso di abbandono la sua voglia di lasciarsi andare ,,di non alzarsi dal letto e di non parlare più,

matti recita nel lavoro e forse anche fuori,
stella recita con gli altri
per non farli preoccupare per apparire più forte di quello che è e per non far vedere tutte le paure che la invadono

stella recita per non cadere davanti a tutti,

matti recita per ………….continuare sul palco della vita?

stella sa che non si può continuare a recitare per sempre,
che l’anima dentro ha bisogno di verità
verità non effimera
perchè l’anima di stella si è indurita e rischia di fracassarsi
come cristallo al suolo,
stella è stanca……………
di chi sputa sentenze su di lei
di chi vuole giudicarla
delle apparenze sociali

stella è agorafobica
stella ha paura di se stessa in realta senza maschere ha paura
solamente tanta paura
come un cerbiatto spaurito intorpidito dal terrore che gli scivola dentro ed esce fuori solo quando lo decide lui convulsivalmente,
e ogni tanto le gira la testa
e vede il mondo vorticarle intorno troppo velocemente
e allora si accascia in un angolo

le piacciono gli angolini nascosti per terra freddi al suolo
rannicchia le gambe al volto e urla ……….
ma urla senza emettere suoni
urla senza urlare ma geme piano………………
come se fosse colpevole anche di voler urlare…………

Categorie:Argomenti vari Tag:

fallire.

13 Febbraio 2006 7 commenti

nella vita ho sempre fallito,non voglio dire che non abbia avuto i miei piccoli successi , quelli li ho avuti e ne ho gioito come tutti …ma nei —sottolineo –Grandi progetti….. in quelli non ho portato mai il compimento , non ho mai ammesso la parola fine"",apposto forse è un termine più giusto ma oggi non voglio badare ai termini, sono profondamente triste ma non triste nel senso che piango, triste dentro perchè ho davanti agli occhi delle situazioni che la vita pone davanti a molti di noi , e che sono profondamente dolorose: una di queste la voglio raccontare al mio diario: ebbene è da molto tempo che un lui a me carissimo ha problemi di convivenza molto forti e questa mattina è venuto da me………………. è un caro amico di famiglia e mi ha parlato che è arrivato il momento di una svolta , di "cambiare vita", due parole che messe insieme sono terrificanti e fanno orrore, timore, gli ho stretto la mano accarezzandolo e standolo ad ascoltare a lungo e alungo per ore, la situazione è veramente brutta, non ha più dialogo con la sua compagna e quello che in passato c’era non era mai stato sufficiente per definire la sua vita una vita di coppia serena,sono cose che sembrano all’ordine delgiorno e invece quando capitano a te ………. quando ti succedono e tu tieni la mano a quella persona mentre lei racconta,non sai cosa fare senon dirle che deve pensare che tule vuoi bene e che come te ha tante altre persone che le vogliono bene e che non deve pensare di essere un peso per chicchessia (sapesse e non lo sa quante volte l’ho pensato di me stessa!!!!!!!!!!!!!!), abbiamo mangiato insieme lui è più anziano di me molto e la vita a poco a poco lo sta abbandonando, credo sia stato più sereno dopo esservenuto qui, almeno lo spero, a me restail suo sguardo il suo tocco le sue sagge parole che spero mi insegnino a commettere meno errori di quanti ne possa aver gia commesso e che spero mi aiutino a crescere ancora e a capire cosa voglio da mestessa , il sentiero da prendere …………………………………………. è come se fossi ad undosso enon vedessi la direzione ma mi fossi completamente bloccata fermata arresa, disfatta, con il corpo e la mente disfatti ad aspettare una mano che non può più arrivare perchè non mi rassegno a credere che quella mano non arrivera più a tirarmi fuori dai guai, ora quella mano è diventata un piccolo cuore che batte nel mio cuore e se mi concentro forse sentirò quel battito. (Al mio amore perso, al mio piccolo e grande angelo)

Categorie:Argomenti vari Tag: