Archivio

Archivio Aprile 2006

c.

27 Aprile 2006 11 commenti


Ciao diario?ti ricordi l?ultima volta che ti scrissi di lui,
del mioangelo era molto tempo fa, quasi sei anni ma per me ècome se fossero passati sei minuti,ebbene ritorno a parlartene qua adesso ti voglio aprire il miocuore, il mio angelo si chiama m. è il mio carissimo fratellino e ha ventitre anni,va a lavoro è dirigente del settore di controllo qualità di una grande azienda in più studi all?universita e ha cambiato facolta , dopo aver capito qual è il suo indirizzo ha dato il suo primo esame con grande soddisfazione sua dei nostri genitori
ma soprattutto mia e ha preso un buonissimo voto, quel giorno gli ho preparato una torta fatta con le mie mani e con tutto il mio amore come nel libro ? di Susanna tamaro? dove una torta fatta per i propri cari può far crescere l?amore fraterno sempre che tra noi fosse possibile e ho anche aperto il moscato di sangiovanni quello che ci piace tanto per fare festa, adesso ti ricordo andando indietro nel tempo:
??sei pieno di appunti di libri interessantissimi, ti guardo sei ordinato scrupoloso pieno di quaderni scritti con una scrittura molto bella quasi femminile, stai facendo una tesina interessantissima al pc,
una tesina che parla di arte , un argomento e dei disegni semplicemente meravigliosi, sei bello angelo mio bello e caro ? e ti amo,
ora vado un po? avanti nel tempo
?§Sorellina , quest?anno d?estate mi piacerebbe andare a praga , vorrei andare con tutti i miei amici a festeggiare dici che ce la farò a mettere da parte i soldi? Ma si dico io fermati a cena che ne parliamo..sai che a me i viaggi non mi fanno impazzire ma con te andrei dappertutto se solo volessi che ci venissi ma a questo viaggio con te non penso potrò venire hai bisogno dei tuoi spazi e per carita non te li toglierei mai pero ? ho in mente di farlo in macchina un viaggio insieme perché mi piacciono i nostri momenti da condividere e sono preziosi, ti dico dai rimani a cena che ti faccio le cotolette con le erbette e tu mi dici cavolo?hai migliorato da qualche settimana a questa parte? ti ringrazioe ti bacio mentre preparo il caffè e tu dici ? e dai con le smancerie ma sei contento lo so !!!!?

Poi i ricordi si susseguono a quando guardiamo un dvd insieme ridendo come matti di quel tipo che per conquistarla si butta dalla finestra oppure giocando con la play a quel gioco macabro della citta infestata dagli zombie e ti diverti mentre mi spavento all?arrivo dei corvi

E poi arrivo a quel bellissimo giorno di festa di sei anni fa giorno incui sei andato a fare shopping mentre io pulisco casa e mi vieni a trovare e mi regali un paralume con lo stoppino in vetro soffiato e io ti ringrazio con mille abbracci e tu ti fai abbracciare con quel sorriso e quegliocchi azzurri che mi fanno male da quanto sono belli e mi dici? dai basta, ah senti so? Perché non mi pettini tu che stasera voglio uscire e mi metti il gel ?io gongolo perché sai quanto mi fa piacere occuparmi di te perché sono un po? la tua seconda mamma, e allora davanti allo specchio via !!!col fono il gel e addirittura una crema balsamo luccicante che mi dici no mettine poca mica sono una femmina,

prima di uscire ci abbracciamo dandoci in anticipo gli auguri di un buon Anno ? all?anno prossimo ti dico? ci guardiamo con gli occhi luccicanti
non
sapendo che era il nostro ultimo sguardo prima che andassi a fare il viaggio sulla tua nuvola,

fratello mio.

Ti amo.

Categorie:Argomenti vari Tag:

sensazioni

26 Aprile 2006 4 commenti


sentirsi dire….mi hai fatto star male questi quattro giorni , che mazzata” sentire la tristezza nell’altro e dentro di te, sentire che non arrivo a colmare i vuoti e che sto ritornando all’origine…

Categorie:Argomenti vari Tag:

.

20 Aprile 2006 13 commenti
Categorie:Città del mondo Tag:

.

20 Aprile 2006 1 commento


Jovanotti > Capo Horn (1999) > Un raggio di sole

Che lingua parli tu
se dico vita dimmi cosa intendi
e come vivi tu
se dico forza attacchi o ti difendi
t’ho detto amore e tu m’hai messo in gabbia
m’hai scritto sempre ma era scritto sulla sabbia
t’ho detto eccomi e volevi cambiarmi
t’ho detto basta e m’hai detto non lasciarmi
abbiamo fatto l’amore e mi hai detto mi dispiace
mi hai lanciato una scarpa col tacco e poi abbiamo fatto pace
abbiam rifatto l’amore e ti è piaciuto un sacco
e dopo un po’ mi hai lanciato la solita scarpa col tacco
gridandomi di andare e di non tornare più
io ho fatto finta di uscire e tu hai acceso la tv
e mentre un comico faceva ridere io ti ho sentito che piangevi
allora son tornato ma tanto già lo sapevi
che tornavo da te senza niente da dire senza tante parole
ma con in mano un raggio di sole
per te che sei lunatica
niente teorie con te soltanto pratica
praticamente amore
ti porto in dono un raggio di sole per te
un raggio di sole per te

che cosa pensi tu
se dico amore dimmi cosa intendi
siamo andati al mare e mi parlavi di montagna
abbiamo preso una casa in città e sogni la campagna
con gli uccellini le anatre e le oche
i delfini i conigli le api i papaveri e le foche
e ogni tanto ti perdo o mi perdo nei miei guai
ho lo zaino già pronto all’ingresso ma poi tanto tu già lo sai
che ritorno da te…
senza niente da dire senza tante parole
ma con in mano un raggio di sole per te……
che sei lunatica, soltanto pratica ..
praticamente amor………………………………

(nella foto:
Renoir, Nude down the Sun,
1875-1876.)

Categorie:Città del mondo Tag:

oggi.

19 Aprile 2006 4 commenti


Oggi pensavo a quando iniziai a scrivere qui , mi vergognavo tanto di mettere le mie emozioni al pc e ancora oggi un pò di questa vergogna è rimasta ma molto alleggerita.
Sono contenta di averlo fatto per confrontarmi con ognuno di voi , testimonianza preziosissima e importante anche quando ci sono stati interventi che reputavo scomodi perchè avevano colpito un mio punto debole ma più importanti perchè mi aiutano a riflettere e maturare,
ho più consapevolezza nel gestire alcune fasi della mia vita e la malattia di cui soffro, a voi, che mi avete fatto raggiungere questa maggiore gestione mentale della cosa,
scrivo qui perchè oltre alle persone care non ho molte amicizie nella vita quotidiana e poi non ci esco frequentemente e sopratutto ho sempre questa paura di pesare troppo su di loro,
e poi ho un’agorafobia abbastanza accentuata nello stare con gli altri,e cosi’ho iniziato a scrivere qui.

Questa pasqua ho avuto i ricordi che mi vengono a trovare,l’assenza sempre presente, la mia intolleranza ai rapporti e pranzi sociali, la voglia di passeggiare per stradine di campagna in solitaria, la tristezza e lo sconforto nel vedere che non sono riuscita a camminare bene ma zoppicavo per la rigidita degli arti che l’attacco mi causava,
nello stesso tempo ci sono state alcune cose che reputo più positive
come non dire no ad alcuni eventi “mondani” a cui ho partecipato fino a quando me la sentivo e da cui mi sono defilata da sola al momento che ritenevo opportuno senza coinvolgere nessuno,il cuocermi al sole primaverile che ho ritenuto un benestare unico e la voglia di rimanere attiva e non lasciarmi coinvolgere nella spirale dell’autocommiserazione se non per un pò.

Ieri ha piovuto sempre, oggi è freddino ma c’è il sole,vorrei lavare l’animo e asciugarlo a questo sole..

Categorie:Argomenti vari Tag:

Sei..

13 Aprile 2006 16 commenti


Sei sempre con me,

no , non preoccuparti,

sei sempre qui,

ho messo un nastro nuovo al polso

di velluto nero

con un fiocco

per Salutarti,

da quella nuvola spero che tu mi
pensi

mi veda

mi guardi con bonta d’animo

perchè non sono più quella che ero,

tu eri fiero di me

ora lo sarai molto meno

lo so,

ma credimi provo ad Amare

e ti amo …

ti amo tantissimo

caro amore della mia vita

sono convinta che il Bene che tu
faccia ora

sia molto di più di quello che

gia avevi portato in tutte le vite

di chi ti conosce,

Ti Amo!

ricordatelo

sempre
per sempre

nei miei occhi nei miei pensieri nel mio Cuore,

ciao, nuvola mia.

(ad m.)

Categorie:Argomenti vari Tag:

La figlia della sofferenza

12 Aprile 2006 4 commenti

“The blower’s daughter”

And so it is
just like you said it would be
life goes easy on me
most of the time
and so it is
a shorter story
no love no glory
no hero in her sky
…..
I can’t take my eyes off you

and so it is
just like you said it should be
we’ll both forget the breeze
most of the time

and so it is
the colder water

the blower’s daughter
the pupil in denial
…..
I can’t take my eyes off you

did I say
that I loathe you
that I want to
live it all behind

I can’t take my mind off you
I can’t take my mind off you
I can’t take my mind off you

by Damien Rice playing.

– grazie a gentlegiant ho la traduzione:
“”"
e così sia
proprio come hai detto vorrebbe essere
la vita mi è quasi sempre facile
e così sia
una storia più breve
niente amore ne gloria
nessun eroe nel suo cielo
…..
non riesco a togliere gli occhi da te
e così sia
esattamente come hai detto doveva essere
dimenticheremo la brezza la maggior parte delle volte

e così sia
l’acqua più fredda
il grido della figlia
l’allievo in contrasto
….
non riesco a togliere gli occhi da te

dissi
che ti detesto
che voglio vivere con tutto questo
alle spalle

non so distogliere la mia mente da te
non so distogliere la mia mente da te
non so distogliere la mia mente da te

l'inverosimile o verosimile?

10 Aprile 2006 9 commenti


Caro diario,
ti voglio raccontare che era da molto che leggevo di video e articoli che mi dicevano che molte cose che avvengono nel mondo sono deviate dall’informazione e dal potere, si mette in dubbio la caduta delle torri della grande mela come se fosse stata programmata e comunque ci fossero sotto bombe per farla cadere a picco ,
il verosimile cioè far credere alle persone qualcosa che poi con probabilita non è andato come dicono e forse neanche come doveva accadere,
vedi

era da molto che non mi informavo con cognizione di causa per il voto politico, era da molto che non mi impegnavo a ricercare materiale il più possibile oggettivo e garantista e sopratutto indipendente e che non cercavo dati di economia dell’intero paese senza guardare solo quello che succedeva dai tg o al mio portafoglio

e ieri quando sono andata nella mia “sezione elettorale” ci sono andata con occhi diversi,

ci sono andata “CON COGNIZIONE DI CAUSA”, fiera del voto che ero pronta a dare sia per la camera che per il senato e mentre guardavo quella scuola dove ho preso la quinta elementare e tutti quei cittadini quelle famiglie pensavo che “aria diversa che storespirando” questa è vera democrazia,

una matita semplice che può cambiare il destino di quella famiglia povera o di quell’anziano con il bastone o di quel bambino che domani dovra trovare un lavoro buono, senza ladronerie , è per questo che ieri ho guardato alla sezione e a quella scuola e a quel tumulto di persone che come me si dirigevano verso i Seggi con occhi nuovi e mi sono sentita fiera ….

caro diario

1 Aprile 2006 9 commenti


Caro diario, mi sento molto triste e nello stesso tempo vuota priva di ogni illusione, un tempo sentivo la stima di una persona vicino a me questa persona mi dava sicurezza perchè mi ha sempre considerata,mi ha sempre rispettato e amato, ora che è diventato un angelo so che non gli piacerebbe vedermi cosi’, senza più Speranza, questa mattina ho pensato a quel pensiero nero, ci sono delle mura circondariali con un balconcino da cui ci si può librare nel vuoto, è un pensiero che viene ma passa, perchèmi chiedo:in sintesi per il mio cucciolo, perchè pur essendo un animale il mattino mi chiama, sa dare e ricevereAmore e quando gli ho dato la pappa viene nel grande letto vicino a me e non si mette in pace lontano ma mi si mette attaccato tutto stretto a me e sento che lui mi da’ tanta forza, questo messaggio caro diario è per dirti che Sono Stanca ora Vado a trovare la Primavera..esco e mi faccio bagnare dai raggi del Sole, ciao a più tardi-

Categorie:Argomenti vari Tag: ,